Sebbene eventuali raccomandazioni specifiche sui prodotti che vedete in questo post siano strettamente nostre opinioni, un nutrizionista certificato e / o specialista in salute e / o personal trainer certificato ha verificato e rivisto i contenuti supportati ricercati.

Garanzia Top10Supps: i marchi che trovi elencati su Top10Supps.com non hanno alcuna influenza su di noi. Non possono acquistare la loro posizione, ricevere trattamenti speciali o manipolare e gonfiare il loro posizionamento sul nostro sito. Tuttavia, come parte del nostro servizio gratuito per te, tentiamo di collaborare con le società che esaminiamo e possiamo essere ricompensati quando li raggiungi attraverso un link di affiliazione sul nostro sito Quando si visita Amazon attraverso il nostro sito, ad esempio, potremmo ricevere una commissione sugli integratori acquistati lì. Questo non ha impatto sulla nostra obiettività e imparzialità.

Indipendentemente da eventuali accordi finanziari attuali, passati o futuri, il posizionamento di ciascuna società nell'elenco dei nostri editor è basato su un insieme oggettivo di criteri di classificazione, nonché su revisioni degli utenti. Per ulteriori informazioni, vedere come valutiamo gli integratori.

Inoltre, tutte le recensioni degli utenti pubblicate su Top10Supps sono sottoposte a screening e approvazione; ma non censuriamo le recensioni inviate dai nostri utenti, a meno che non vengano esaminate per autenticità o se violano le nostre linee guida. Ci riserviamo il diritto di approvare o rifiutare qualsiasi recensione pubblicata su questo sito in conformità con le nostre linee guida. Se sospetti che un utente abbia inviato una recensione intenzionalmente falsa o fraudolenta, ti incoraggiamo a farlo avvisaci qui.

La sindrome dell'intestino irritabile (IBS) è un disturbo gastrointestinale funzionale che colpisce circa l'11% della popolazione mondiale. È associato a diversi sintomi digestivi, come dolore addominale, gonfiore, flatulenza eccessiva e abitudini intestinali alterate e può ridurre gravemente la qualità della vita di una persona.

Cause di IBS

Disturbi gastrointestinali funzionali, come l'IBS, sono causati da un tratto gastrointestinale che funziona in modo anomalo. Ciò significa che è difficile diagnosticare la condizione perché non ci sono biomarcatori che possono determinare se una persona ha IBS.

Pertanto, gli operatori sanitari devono fare affidamento sui rapporti dei pazienti su criteri specifici.

Nonostante la causa esatta non sia stata completamente compresa, diverse ipotesi sono state avanzate nella letteratura scientifica. Questi includono infezioni del tratto gastrointestinale, stress psicologico, anomalie della mobilità intestinale e problemi con l'asse intestino-cervello.

Gestire IBS

Non ci sono cure per IBS, ma i sintomi possono essere gestiti attraverso farmaci da prescrizione, cambiamenti nella dieta e integrazione nutrizionale.

I farmaci comprendono agonisti / antagonisti della serotonina, antispasmodici e antidepressivi. Sebbene questi possano affrontare alcuni dei problemi dell'IBS, l'ampia varietà di sintomi, nessun farmaco può risolverli tutti.

Inoltre, l'uso a lungo termine di questi farmaci è associato a diversi effetti collaterali.

A causa di questi problemi, i ricercatori hanno esplorato alternative per la condizione. Poiché i pazienti riportano spesso determinati alimenti possono causare più sintomi di altri e pertanto sono stati studiati diversi interventi dietetici.

Interventi dietetici per IBS

Un intervento dietetico particolarmente comune per IBS è una dieta a basso contenuto di FODMAP. FODMAP sta per "Fermentabile, Oligo-saccaridi, Di-saccaridi, Mono-saccaridi e Polioli".

Questi sono carboidrati a catena corta, che sono scarsamente digeriti e assorbiti dall'intestino tenue. Ciò significa che viaggiano nell'intestino crasso dove vengono fermentati dai batteri che lo colonizzano, causando la formazione di gas come idrogeno e metano.

Limitare gli alimenti ricchi di questi carboidrati a catena corta può quindi potenzialmente migliorare i sintomi dell'IBS.

Alcuni studi hanno suggerito che questo intervento dietetico può essere efficace nel ridurre i sintomi nelle persone con IBS (1). Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche che includano più pazienti e siano condotte per un periodo più lungo per poter trarre conclusioni più solide sulla sua efficacia.

Inoltre, poiché la dieta può essere altamente restrittiva, può essere difficile per i pazienti aderire a lungo termine e ha il potenziale per contribuire o peggiorare un comportamento alimentare disordinato.

Riduzione dello stress per IBS

I sintomi dell'IBS sono spesso aggravati dallo stress. Questo perché la più grande concentrazione di neuroni al di fuori del cervello e del midollo spinale si trova nel tratto gastrointestinale.

Gli ormoni dello stress possono influenzare il movimento attraverso il tratto gastrointestinale, accelerandolo o rallentandolo e possono causare lo spasmo dei muscoli intestinali. Pertanto, le tecniche di riduzione dello stress possono essere utili nella gestione dei sintomi dell'IBS.

Gli studi hanno evidenziato due tecniche di riduzione dello stress potenzialmente utili: interventi basati sulla meditazione e sulla consapevolezza. Tuttavia, sono necessari più studi randomizzati controllati verso placebo per determinare la loro efficacia per IBS (2).

Alla luce dei problemi con i farmaci soggetti a prescrizione medica e della mancanza di prove a lungo termine su interventi dietetici e tecniche di riduzione dello stress, l'integrazione alimentare può talvolta essere utile per gestire i sintomi dell'IBS. Questi possono aiutare ad alleviare gli attuali sintomi di IBS o aiutare a ridurre l'intensità dei sintomi futuri. Ecco i migliori integratori per IBS:

Ⓘ Consigliamo vivamente di consultare il proprio medico prima di assumere integratori per assicurarsi che non vi siano controindicazioni e che siano adatte a voi. Queste informazioni non intendono sostituire la consulenza professionale o essere utilizzate per prevenire, diagnosticare o curare qualsiasi malattia o malattia.

6 Supplementi più utili per IBS

Menta piperita

Estratto di menta piperita

Menta piperita (Mentha piperita) è una pianta ibrida di filigrana e menta verde, spesso utilizzata per il suo aroma e gusto. Inizialmente è stato utilizzato per scopi culinari e di produzione alimentare, ma è stato successivamente utilizzato per i suoi benefici terapeutici.

Il componente oleoso della menta piperita sembra essere l'elemento più benefico della pianta e contiene una grande quantità di metanolo, che è considerato il principale ingrediente bioattivo.

La menta piperita è usata per la sua capacità di rilassare i muscoli dello stomaco e del tratto digestivo. Sembra essere in grado di accelerare la fase iniziale della digestione nello stomaco riducendo la motilità del colon.

In che modo la menta piperita aiuta l'IBS?

Uno studio randomizzato in doppio cieco controllato con placebo ha scoperto che l'olio di menta piperita assunto 3 volte al giorno per 6 settimane è stato in grado di ridurre significativamente il dolore addominale in quelli con IBS rispetto al placebo (3). Tuttavia, questi benefici non sono stati più visti 2 settimane dopo l'interruzione del trattamento, il che evidenzia l'utilità dell'assunzione di olio di menta piperita su base continuativa per IBS.

Uno studio prospettico randomizzato in doppio cieco controllato con placebo ha scoperto che due capsule con rivestimento enterico assunte due volte al giorno per 4 settimane sono state in grado di ridurre significativamente una gamma di sintomi IBS rispetto al placebo (4).

I sintomi valutati includevano gonfiore addominale, dolore o fastidio addominale, diarrea, costipazione, sensazione di evacuazione incompleta, dolore alla defecazione, passaggio di gas o muco e urgenza alla defecazione. Dopo 4 settimane, il 75% dei pazienti nel gruppo con olio di menta piperita ha mostrato una riduzione maggiore del 50% nei sintomi dell'IBS, rispetto al solo 38% nel gruppo placebo.

Come prendo l'olio di menta piperita?

Per ottenere i benefici dell'olio di menta piperita per IBS, si consiglia di consumare tra 450 e 750 mg di olio al giorno in 2 o 3 dosi divise. Ciò equivale a 0.1 e 0.2 ml di olio per dose e riflette un contenuto di mentolo tra il 33% e il 55%.

La maggior parte degli studi ha utilizzato capsule con rivestimento enterico in modo che la capsula non si rompa troppo presto nel processo digestivo. Gli effetti rilassanti sui muscoli dell'olio di menta piperita possono influenzare l'esofago se la capsula si rompe prematuramente. Si raccomanda pertanto di assumere olio di menta piperita in forma di capsula con rivestimento enterico per IBS. Tuttavia, è disponibile anche in forma liquida.

Controlla: I 10 migliori integratori di menta piperita!

Pycnogenol

Supplementi di estratti di corteccia di pino

Il picnogenolo è una formulazione brevettata dell'estratto di corteccia di pino, standardizzata per contenere il 65-75% dei composti di procianidina in peso. Le procianidine sono strutture a catena che consistono in catechine simili a quelle che si trovano nel tè verde.

Il picnogenolo è simile all'estratto di semi d'uva e ai polifenoli del cacao, che insieme sono le 3 fonti più comuni di procianidine.

Ha diversi effetti sul corpo come l'aumento del flusso sanguigno (come risultato dell'aumento dei livelli di ossido nitrico) e il miglioramento del controllo della glicemia.

In che modo il picnogenolo aiuta l'IBS?

Uno studio in aperto ha scoperto che 150 mg di picnogenolo assunti quotidianamente per 3 settimane sono stati in grado di ridurre significativamente il dolore rispetto ai gruppi di controllo (5). Uno dei gruppi di controllo stava assumendo 10 mg di Buscopan (un antispasmodico) quando necessario e l'altro gruppo stava assumendo Antispasmina col forte, 50 mg di papaverina cloridrato e 10 mg di estratto di belladonna quando necessario. Il dolore lieve e la pressione dell'addome sono diminuiti in tutti i gruppi di trattamento, suggerendo che gli antispasmodici possono anche essere moderatamente efficaci nell'alleviare i sintomi dell'IBS.

Come prendo il picnogenolo?

Per ottenere i benefici del picnogenolo per l'IBS, si consiglia di consumare 150 mg al giorno. Le dosi tra 40 e 60 mg sono efficaci ma si consiglia una dose più alta per un'efficacia ottimale.

Gli studi hanno utilizzato sia la dose due volte al giorno che quella singola giornaliera. Entrambe le strategie sembrano essere efficaci ma non sono ancora state confrontate direttamente nella letteratura di ricerca. Il picnogenolo può essere assunto con o senza cibo.

Berberine

Estratto di Berberina

La berberina è un alcaloide estratto da diverse piante utilizzate nella medicina tradizionale cinese. Viene principalmente utilizzato per ridurre la resistenza all'insulina e migliorare i biomarcatori nelle persone con diabete di tipo 2 di tipo 1, come glucosio a digiuno e HbAXNUMXc.

La berberina attiva un enzima chiamato adenosina monofosfato proteico chinasi attivato (AMPK) inibendo la proteina-tirosina fosfatasi 1B (PTP1B), che aumenta la sensibilità all'insulina. Protegge anche le cellule beta, regola la gluconeogenesi epatica e riduce la segnalazione infiammatoria delle citochine.

In che modo la berberina aiuta l'IBS?

Uno studio clinico randomizzato in doppio cieco controllato con placebo ha scoperto che 400 mg di berberina cloridrato assunti due volte al giorno per 8 settimane sono stati in grado di ridurre significativamente la frequenza di diarrea, la frequenza del dolore addominale e l'urgente necessità di defecare rispetto al placebo (6). Altri benefici della supplementazione di berberina includevano una diminuzione dei sintomi IBS generali, una riduzione della depressione e dell'ansia e un miglioramento della qualità della vita correlata all'IBS rispetto al placebo. Anche la berberina è stata ben tollerata in tutti i partecipanti.

Come prendo la berberina?

Per ottenere i benefici della berberina per IBS, si consiglia di assumere 400 mg due volte al giorno. È importante dividere la dose in quanto troppo contemporaneamente può causare problemi digestivi, come mal di stomaco, crampi e diarrea.

Sebbene possa essere assunto in qualsiasi momento, se si desidera ottenere i benefici della glicemia della berberina, si consiglia di prenderlo con un pasto o poco dopo. Ciò sfrutta l'aumento di glucosio e lipidi che si verifica naturalmente durante il consumo.

Controlla: I 10 migliori integratori di berberina!

Curcumina

Estratto di curcumina

La curcumina è il pigmento giallo che si trova nella curcuma, una pianta fiorita della famiglia dello zenzero spesso usata come spezia nei curry. È un polifenolo che ha proprietà antinfiammatorie e può aumentare il numero di antiossidanti prodotti dall'organismo.

La curcumina e gli altri curcuminoidi presenti nella curcuma possono essere estratti per produrre integratori che hanno una potenza molto più elevata della curcuma. Tuttavia, la curcumina viene assorbita male durante il processo digestivo, quindi sono state create diverse formulazioni diverse per aumentarne la biodisponibilità. È spesso combinato con un estratto di pepe nero chiamato piperina. Può anche essere combinato con lipidi e si trova nei prodotti brevettati BCM-95® e Meriva®. Queste sostanze aggiuntive fanno una differenza significativa in termini di efficacia. Ad esempio, uno studio ha scoperto che l'assorbimento della curcumina era aumentato fino al 2000% quando combinato con piperina (7).

In che modo la curcumina aiuta l'IBS?

Uno studio randomizzato controllato con placebo ha rilevato che due capsule di curcumina e olio essenziale di finocchio (42 mg di curcumina e 25 mg di olio essenziale di finocchio), assunte quotidianamente per 30 giorni, sono state in grado di ridurre significativamente i sintomi dell'IBS, incluso il dolore addominale, rispetto al placebo (8). La percentuale di pazienti senza sintomi era anche significativamente più alta nel gruppo con olio di semi di curcumina e finocchio rispetto al gruppo placebo. Anche la qualità della vita correlata all'IBS è stata migliorata dopo l'integrazione con curcumina e olio di semi di finocchio.

Una meta-analisi di studi che studiano l'uso della curcumina per IBS ha scoperto che le sue proprietà antiossidanti e antinfiammatorie agiscono entrambe per ridurre i sintomi dell'IBS (9). Inoltre, la meta-analisi ha riferito che la curcumina è ben tollerata, senza evidenza di eventi avversi che si verificano negli studi inclusi.

Come prendo la curcumina?

Per ottenere i benefici della curcumina, si consiglia di accoppiare l'integrazione con una piperina, BCM-95® or Meriva®.

Integrare curcumina con piperina, si consiglia di assumere 500 mg di curcumina con 20 mg di piperina tre volte al giorno, equivalenti a un totale di 1500 mg di curcumina e 60 mg di piperina al giorno.

Integrare BCM-95® (una combinazione brevettata di curcumina e oli essenziali), si consiglia di assumere 500 mg due volte al giorno, equivalenti a un totale di 1000 mg al giorno.

La curcumina può essere assunta in qualsiasi momento della giornata ma deve essere consumata con il cibo.

Controlla: I 10 migliori integratori di curcumina!

simbiotici

I sinbiotici sono una combinazione di prebiotici e probiotici che promuovono sinergicamente la salute gastrointestinale migliorando la sopravvivenza e l'aderenza degli integratori alimentari microbici vivi.

Sebbene la causa esatta dell'IBS sia sconosciuta, è noto che i batteri intestinali svolgono un ruolo importante (10). Sebbene alcuni studi abbiano evidenziato il potenziale dei probiotici per alleviare i sintomi dell'IBS, altri non hanno riscontrato che abbiano alcun beneficio. Inoltre, le questioni metodologiche con studi esistenti indicano che la loro potenziale efficacia non è chiara (11,12). Per questo motivo, sempre più ricercatori hanno esplorato il potenziale dei sinbiotici per l'IBS.

In che modo i simbiotici aiutano l'IBS?

Uno studio di progettazione in doppio cieco, randomizzato e controllato ha studiato gli effetti dose-dipendenti dei sinbiotici sui sintomi gastrointestinali e la fatica nell'IBS (13). I partecipanti sono stati assegnati in 1 su 3 gruppi: un gruppo ad alto dosaggio che ha ricevuto 2 capsule di sinbiotici, un gruppo a basso dosaggio che ha ricevuto 1 capsula di sinbiotici e 1 capsula placebo o un gruppo placebo che ha ricevuto 2 capsule placebo. Ogni capsula di sinbiotici conteneva 10 miliardi di unità formanti colonie (CFU) di batteri probiotici comprendenti sei ceppi di Lactobacillus (Ramnosus, acidophilus, casei, bulgaricus, plantarum e salivarius) e due ceppi di Bifidobacterium (bifidum ed longum). Ogni capsula conteneva anche 175 mg di fruttooligosaccaridi, 150 mg di Ulmus davidiana (Polvere di corteccia di olmo scivolosa), 10 mg di Geum urbanum polvere di (bennet alle erbe) e 100 mg di polvere di inulina come prebiotici.

Dopo 8 settimane di integrazione, è stato scoperto che il disagio addominale, il gonfiore addominale, la frequenza delle feci formate e l'affaticamento erano tutti significativamente migliorati nel gruppo ad alte dosi rispetto al gruppo placebo. I risultati hanno suggerito un piccolo effetto dose-dipendente dei sinbiotici sui sintomi dell'IBS.

Come prendo i simbiotici?

Per ottenere i benefici dei sinbiotici per IBS, si consiglia di consumare 2 capsule da 10 miliardi di CFU al giorno. Questi possono essere assunti in qualsiasi momento della giornata, ma non devono essere assunti con una bevanda calda in quanto ciò distruggerà i batteri benefici nel supplemento.

Psyllium

Lo psillio è costituito da fibre prelevate dalla pianta nota come Plantago ovata. A volte viene chiamato Psillio di Plantago. È solubile in acqua (idrofilo) e gelificante, pur avendo una bassa fermentabilità. Lo psillio è comunemente noto con il nome Metamucil.

Lo psillio ha dimostrato di aumentare le dimensioni e l'umidità delle feci. Rispetto ad altre fonti di fibre alimentari, sembra essere più efficace nella formazione delle feci ed è una delle poche fonti di fibre non associate a un'eccessiva flatulenza.

In che modo lo psillio aiuta l'IBS?

Una revisione degli studi ha scoperto che le fibre alimentari a catena lunga, viscose intermedie, solubili e moderatamente fermentabili, come lo psillio, possono aiutare a gestire i sintomi dell'IBS. Le fibre alimentari ottengono questi benefici attraverso diversi meccanismi diversi, tra cui aumento della massa fecale con stimolazione / irritazione meccanica della mucosa del colon con aumento della secrezione e della peristalsi e le azioni dei sottoprodotti della fermentazione, come gli acidi grassi a catena corta, sul microbiota intestinale , sistema immunitario e sistema neuroendocrino del tratto gastrointestinale. La revisione ha anche concluso che è sicuro ed efficace nel migliorare i sintomi dell'IBS a livello globale.

Come prendo lo psillio?

Poiché lo psillio è così ricco di fibre, si consiglia di iniziare dal lato inferiore del dosaggio quando si utilizza il supplemento per IBS. È meglio iniziare prendendo 5 g di psillio una volta durante i pasti insieme ad almeno 200 ml di liquido.

Le prove suggeriscono che dosi fino a 30 g sono ben tollerate se si consuma abbastanza acqua, ma è meglio ridurre gradualmente tale quantità per evitare effetti digestivi negativi.

Se si utilizza lo psillio per le proprietà di formazione delle feci, assumere 5 g tre volte al giorno è un punto di partenza raccomandato, che può quindi essere regolato verso l'alto o verso il basso a seconda dell'effetto osservato.

Controlla: I 10 migliori integratori di psillio!

La linea di fondo

L'IBS può essere una condizione estremamente difficile da gestire, fisicamente e mentalmente, e può avere un impatto significativo sulla qualità della vita di una persona. Tuttavia, ci sono diversi modi per alleviare i sintomi.

Poiché molti farmaci possono causare effetti collaterali negativi e gli interventi dietetici possono essere difficili da rispettare, molte persone con IBS cercano alternative. Questi includono l'implementazione di tecniche di riduzione dello stress, come la consapevolezza e la meditazione.

Inoltre, diversi integratori possono aiutare a ridurre i sintomi dell'IBS e migliorare la qualità della vita, rendendo la condizione molto più facile da affrontare quotidianamente.

Ⓘ Eventuali integratori specifici e marchi presenti in questo sito Web non sono necessariamente approvati da Emma.

Foto di riserva da Emily frost / Shutterstock

Iscriviti per gli aggiornamenti!

Ricevi aggiornamenti su integratori, notizie, offerte, omaggi e altro!

Ti preghiamo di inserire un indirizzo email valido.
Qualcosa è andato storto. Si prega di controllare le voci e riprovare.


Questo post è stato utile?

L'autore